makia

si legge makìa

Archivio per lavoro

Medioevo, Italia

Alla MaVib di Inzago, produttrice di motori elettrici per impianti di condizionamento, si staranno chiedendo cosa diavolo voglia dire “quote rosa”, visto che la definizione è tornata in auge nell’ultimo periodo. A noi, i recinti non sono mai piaciuti e nemmeno, evidentemente, al patron dell’azienda a conduzione familiare, che, toccata dalla crisi era riuscita fino ad oggi ad utilizzare la cassa integrazione solo per 14 lavoratori (13 donne e un uomo) su 30. Peccato che dopo gli ammortizzatori sociali, la MaVib sarà costretta a licenziare 13 persone, questa volta non ci saranno nè quote, nè pari opportunità, saranno tutte donne: “Così possono stare a casa a curare i bambini”. A proposito, è tornata dalla luna di miele la Carfagna?

Annunci

I lavoratori della Vinyls? Che mangino brioches

La protesta dei lavoratori della Vinyls di Ravenna che dal mese scorso non percepiscono lo stipendio, si svolge a presidio sui silos della fabbrica a 50 metri d’altezza, e si caratterizza in modo da essere pacifica, visibile attraverso l’uso di striscioni e bandiere e udibile attraverso il suono di una sirena di allarme dal tono basso che riconduce alle situazioni di emergenza e alla sofferenza di tutto il polo chimico. Evidentemente ieri mattina, qualcuno, infastidito dalla sirena, ha pensato bene di avvertire i Carabinieri, che intervenuti sul luogo hanno invitato i lavoratori in protesta a non avvalersi più della sirena perché disturba. Capito bene? Lavoratori che protestano pacificamente al gelo per difendere il proprio posto di lavoro, il proprio salario, danno fastidio. Questo è il paese dell’ homo homini lupus, zero solidarietà e fanculo se stai per essere buttato in mezzo a una strada. E allora, volete stare sui tetti? Fate pure, basta che non rompete troppo le palle.

Traccheggiare in sala trucco mentre fuori imperversa la rivoluzione

Ieri sera, un disoccupato di 55 anni, padre di tre figli, esasperato dalle sue condizioni economiche, si è dato fuoco nella centrale piazza Sedile, a Modugno, nel barese riportando gravi ustioni su tutto il corpo. Stamattina, invece, il premier comincerà ad occupare gli spazi televisivi per raccontare agli italiani la sua condizione di perseguitato dai giudici comunisti che nonostante il fatto di aver giurato sulla testa di figli e nipoti di essere assolutamente innocente, insistono nel voler rovesciare la democrazia.