makia

si legge makìa

A voi la Giornata della Vergogna. Noi, in silenzio per Eluana

Oggi, per il nostro governo, è la Giornata nazionale degli Stati vegetativi, nel secondo anniversario della morte di Eluana Englaro, a due settimane dall’arrivo in aula della Camera del Ddl Calabrò sulla obbligatorietà dell’idratazione e dell’alimentazione nelle persone in stato vegetativo.L’appello, invece, promosso dallo spot è già stato firmato da tanti neurologi e chirurghi. Lo scopo è di raccogliere il maggior numero di firme da consegnare al presidente della Camera e a tutti i parlamentari per bloccare una legge che “viola l’articolo 32 della Costituzione (“Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario”), il Codice di Deontologia medica (Articolo 38: “Il medico, se il paziente non è in grado di esprimere la propria volontà, deve tenere conto nelle proprie scelte di quanto precedentemente manifestato dallo stesso in modo certo e documentato”) e della Convenzione internazionale di Oviedo.

Annunci

8 commenti»

  Alina wrote @

  Leftorium© wrote @

Sono senza vergogna, ma che te lo dico a fà?

  ps wrote @

È la forza della vita che ti insegna a non mollare mai, anche quando sei sul punto di dire basta. (Ambrogio Fogar)

  gians wrote @

In realtà per questo stato l’eutanasia sarebbe la migliore cura. E come disse Peppino; ho detto tutto!

  makia wrote @

fortunatamente, oggi erano in altre faccende affaccendati. Si sono evitate altre vergogne

  gians wrote @

Bacio.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: